Buckingham Palace

Buckingham Palace

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 29 agosto 2018

Sontuosa e regale, non potrebbe essere diversa la residenza ufficiale del sovrano della monarchia britannica.

Una visita a Buckingham Palace è d’obbligo, per vedere e toccare con mano un’istituzione di cui abbiamo sempre studiato sui manuali di cultura inglese e che abbiamo ammirato durante i notiziari televisivi.

Prezzi dei biglietti da: £24 | Acquistali ora

Cosa è Buckingham Palace

Buckingham Palace, non solo è la dimora del sovrano e della sua famiglia, ma è anche il quartier generale della monarchia inglese.

Da qui, infatti, la Regina assolve i suoi doveri istituzionali come ricevere il Primo Ministro inglese, gli ambasciatori, i vescovi, i funzionari civili e militari o tenere ricevimenti ufficiali in occasione delle visite dei capi di Stato nell’UK o, ad esempio, ricevere gli sportivi del Commonwealth in occasione dei Giochi.

La Regina Elisabetta e il Duca di Edimburgo vivono negli appartamenti situati nella zona nord del Palazzo, mentre nei piani superiori dell’ala nord e est del Palazzo risiedono gli altri membri della famiglia reale.

Cosa vedere a Buckingham Palace

Dal 1993, Buckingham Palace è parzialmente aperta al pubblico, solo durante i mesi estivi, quando la Regina è in vacanza in Scozia.

Purtroppo, anche in quelle settimane, non è possibile visitare tutto il Palazzo: scordiamoci, ad esempio, di entrare nelle stanze private dei reali!

Le aree aperte al pubblico

  • State Rooms (sale di Stato), le stanze utilizzate dalla Regina per le ricorrenze ufficiali, come il ricevimento degli ospiti.

    Fra queste, la Throne Room è particolarmente nota al grande pubblico perché, in genere, fa da sfondo alle foto ufficiali dei matrimoni reali (anche i novelli sposi William & Kate hanno scattato qui le foto subito dopo il loro matrimonio il 29 aprile 2011); inoltre, qui la Regina ha ricevuto i loyal addresses in occasione del Giubileo del suo regno.

    The Picture Gallery, un’altra sala molto nota, lunga 47 metri, dove vengono esposti alcuni dei dipinti più preziosi della Royal Collection (composta, fra l’altro, da opere di Tiziano, Rembrandt, Rubens); visto che spesso i quadri vengono prestati per mostre nazionali e internazionali, non c’è un’esposizione “fissa” delle opere.

    In totale, le State Rooms sono 19 e, stilisticamente parlando, riflettono il gusto di George IV, complice anche la presenza di diversi oggetti d’arredo che vennero appositamente traslocati dalla sua dimora di Carlton House.

  • The Royal Mews (scuderie reali): qui è possibile vedere tutto quello che concerne il trasporto su terra della famiglia reale, dai cavalli alle auto che, nella storia della monarchia, sono stati (e vengono tuttora) utilizzati per impegni ufficiali, visite di Stato, ma anche matrimoni e incoronazioni.

    Nelle stalle, impossibile non notare i cavalli di razza Windsor Greys che trainano la carrozza della Regina e i Cleveland Bays, usati per il trasporto degli ambasciatori, in visita dalla Regina.

    La più vecchia carrozza custodita è la Gold State Coach di George III (XVIII secolo), mentre la più moderna è la stupenda The Diamond Jubilee State Coach, la carrozza realizzata per celebrare il Giubileo di Elisabetta II.

    Lunga 5 metri e mezzo, alta tre metri e dal peso di tre tonnellate, la carrozza presenta finiture di estremo pregio: infatti è composta da reperti che ripercorrono la storia inglese (ci sono manufatti della caracca Mary Rose (età dei Tudor) e della HMS Victory, ammiraglia di Nelson); inoltre, è equipaggiata con tecnologie all’avanguardia (come finestrini elettrici o pannello di controllo per il riscaldamento integrato nella struttura).

  • The Queen’s Gallery (galleria della Regina): spazio di Buckingham Palace dedicato all’esposizione di opere (a rotazione) della Royal Collection, inaugurato da Elisabetta II nel 2002, in occasione del suo giubileo.

Cenni storici

La residenza del monarca inglese deve il suo nome a John Sheffield, duca di Buckingham, proprietario del terreno su cui oggi si erge il Palazzo, che, nel 1698, decise di demolire la preesistente struttura abitativa (la cui esistenza è data per certa già dal regno di Charles I (r.1625-49) per costruirne una nuova (che prese il nome di Buckingham House), esattamente dove oggi sorge The Palace.

La tenuta rimase di proprietà dei duchi di Buckingham fino al regno di George III (r.1760-1820), il quale decise di acquistarla per donarla a sua moglie, Charlotte: in questo periodo Buckingham Palace assunse appunto il nome di Queen’s House.

Sebbene di proprietà reale, Queen’s House non era ancora così sfarzosa e lussuosa come la conosciamo oggi, sarà per volere di George IV (figlio di George III e Charlotte) che Buckingham Palace iniziò ad assumere un tono decisamente regale.

Il progetto di trasformazione venne commissionato all’architetto John Nash (suo a Londra anche il Regent’s Park), successivamente sostituito per le sue manie di grandezza (e per i conti eccessivamente salati).

Solo con la Regina Vittoria, nel 1837, Buckingham Palace divenne la residenza ufficiale del monarca inglese.

Durante l’età vittoriana, nel 1845, verrà costruita la facciata di chiusura della struttura a U progettata da Nash (oggi celeberrima perché ospita il balcone dal quale i reali si affacciano nelle occasioni importanti), la Ballroom (inaugurata nel 1856 per festeggiare la conclusione della guerra di Crimea) e le numerose sale di rappresentanza.

Principali eventi che si svolgono fra le mura di Buckingham Palace

Cambio della guardia

Una delle più caratteristiche manifestazioni di Londra. Colorata e spettacolare, si tiene alle 11,30 (tutti i giorni da aprile a luglio; negli altri mesi, un giorno sì e uno no, tempo permettendo);

The Diplomatic Reception

Ricevimento annuale degli ambasciatori (circa 1500 invitati per 130 stati), all’inizio di Novembre;

Investiture

Cerimonia di consegna di medaglie e decorazioni per particolari meriti. In media, ogni anno vengono conferite 25 onoreficenze, la cerimonia più sontuosa ha luogo nella Ballroom;

State Banquet

Considerato il più importante evento che si tiene a Buckingham Palace, in onore di un capo di Stato estero in visita nell’UK.

Il ricevimento ha luogo nella Ballroom, per l’occasione decorata con i fiori del giardino reale e con sfoggio della Royal Collection.

Statistiche e Numeri di Buckingham Palace

108 metri per 120 metri, altezza 24 metri, le dimensioni di Buckigham Palace;
77.000 metri quadri di superficie;
775 stanze, fra cui 52 camere da letto principali, 188 camere per la servitù e 78 bagni;
36,6 metri per 18 metri, altezza 13,5 metri: dimensioni della Ballroom, la stanza più grande;
42 acri, estensione dei giardini;
più di 350 specie di fiori selvaggi, alcuni molto rari.

Orari di apertura

Buckingham Palace è visitabile solo nei mesi estivi; nel 2018 dal 21 luglio al 30 settembre, con i seguenti orari:

21 luglio – 31 agosto 2018: 09:30 – 17:15 (orario di ingresso), chiusura ore 19:00
1 settembre – 30 settembre: 09:30 – 16:15 (orario di ingresso), chiusura ore 18:00

Tour e biglietti di Buckingham Palace

Acquista i biglietti

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.