Notting Hill Londra

Notting Hill

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 9 marzo 2018

Notting Hill è, per molti turisti, una piacevole sorpresa: elegante e semplice, allo stesso tempo, è una di quelle mete capace di dare davvero un tocco in più alla nostra vacanza a Londra.

Notting Hill, informazioni generali

Situato nella zona centro occidentale di Londra, Notting Hill è uno dei quartieri più in della capitale inglese, a pochi passi dalla via dello shopping per eccellenza, Kensington High Street, e relativamente vicina al tanto grande quanto romantico Holland Park e al polmone verde Hyde Park.
Amministrativamente parlando, Notting Hill fa parte del municipio Kensington e Chelsea.

Cosa fare a Notting Hill

Dopo aver letto queste poche informazioni, verrebbe giustamente da chiedersi perché mai un turista dovrebbe visitare Notting Hill?

La risposta la troverete facilmente da voi, facendo una passeggiata fra le caratteristiche strade del quartiere residenziale: romanticismo e raffinatezza, strade acciottolate e variopinte botteghe, case dall’apparenza semplice, ma ricercate nei minimi dettagli rendono questa zona di Londra un qualcosa di unico che, non a caso, si presta come perfetto set cinematografico all’aria aperta.

La sua fama è indissolubilmente legata all’omonimo film con Julia Roberts e Hugh Grant del 1999 (anche se sono decine e decine le scene di altri film girate qui) e in molti confessano di fare una capatina da queste parti più per curiosità che altro, salvo poi rimanere incantati dalla sua eleganza e dalle tinte pastello degli edifici.

Oltre a girovagare per queste pittoresche vie, a Notting Hill c’è molto altro da fare e da vedere:

– Portobello Road Market: universalmente riconosciuto come il mercatino più famoso della città e, nel genere dell’antiquariato, al mondo è diventato un must per turisti e non. Vestiti, mobilia e soprammobili dei tempi andati, ma anche oggetti di seconda mano e degustazioni enogastronimiche rendono Portobello Road la quintessenza del commercio su bancarella, ma anche un affidabile specchio della multiculturalità di questa via, meta nel secondo dopoguerra degli immigrati dai paesi caraibici. Da queste parti, non contate troppo sul fatto di fare affari: i prezzi sono un po’ cari, a riprova dell’autenticità della mercanzia…
Aperto tutti i giorni (tranne a Natale e Santo Stefano) è particolarmente affollato il sabato (quando ci sono anche gli espositori d’antiquariato).

– Golborne Road: nota anche come “Little Marocco”, è il posto ideale per concedersi uno spuntino dai sapori maghrebini ed anche portoghesi. È decisamente meno conosciuta di Portobello Road e, per questo, vive meno intensamente il flusso turistico, cosa che, agli occhi di molti, si traduce in una maggiore autenticità della zona e anche del mercatino che ospita.

– Treelick Tower (7 Golborne Road): un grattacielo di 31 piani, costruito a cavallo fra gli anni Sessanta e Settanta, su disegno dell’architetto Ernő Goldfinger. Appartenente alla corrente del Brutalismo (un movimento architettonico che pone massima enfasi sul cemento a vista e di cui a Londra ne è espressione anche il Royal National Theatre), è stato la location di diversi film (fra cui “Shopping” del 1994, con Jude Law) e videoclip.

– Notting Hill Coronet (103-111 Notting Hill Gate): ciò che caratterizza questo cinema sono sicuramente gli interni che tradiscono l’eleganza e la raffinatezza del suo passato da teatro; oggi propone una rassegna di film indipendenti. Se avete visto “Notting Hill” non potrete non riconoscerlo!;

-Blenheim Crescent, una via ricca di librerie, fra cui l’appena riaperta Travel Bookshop (quella gestita da Hugh Grant in “Notting Hill”, che aveva chiuso i battenti alcuni anni fa) e Books for Cooks, specializzata in pubblicazioni culinarie;

– Sarm Studios: uno dei più importanti e storici centri di incisione musicali si trova a 8-10 Basing Street (Notting Hill); fra i cantanti che hanno registrato qui, ci sono Bob Marley, Led Zeppellin, i Queens (fra le incisioni, “We are the Champions”, 1977), Depeche Mode, the Eagles, Dire Straits, Genesis, Rolling Stone;

– Museum of Brand Packaging and Advertising (2 Colville Mews) : un tuffo in 12.000 reperti in tema di marchi, loghi, confezioni e pubblicità, dall’età vittoriana a oggi. Insomma, un must per grafici e non solo. Ingresso a pagamento, aperto da martedì a sabato (10-18), domenica (11-17). Chiuso lunedì, a Notting Hill Carnival, il 24, 25 e 26 dicembre, 1° gennaio;

– shopping: oltre ai mercatini, difficile non mettere piede in uno dei tanti e deliziosi negozi del quartiere;

– delizia per il palato: se siete di fretta, a Portobello Road Market troverete decine di venditori take-away, mentre se preferite sedervi e gustare fino in fondo l’atmosfera del quartiere, di certo non farete fatica a trovare un buon ristorantino pronto a offrirvi ottimi piatti e specialità di cucine di qualunque latitudine desiderate. Se, infine, volete davvero concedervi il meglio, puntate sulle 2 stelle Michelin di Ledbury Restaurant, su Ottolenghi o sul Beach Blanket Baylon.

Eventi

– Carnevale di Notting Hill. Colori, allegria e samba: l’ultimo weekend di agosto, Notting Hill ospita un carnevale caraibico così imponente e festoso da essere considerato la festa in strada più grande d’Europa, con presenze che, a seconda delle fonti, oscillano fra uno e due milioni di visitatori. Insomma, se ne avete l’occasione… non perdetevelo!

– Portobello Film Festival, festival annuale di cinema indipendente. Istituito nel 1996 ha sede a 54 Blechynden Street.

Curiosità e personalità legate a Notting Hill

– George Orwell ha dimorato per qualche tempo a Portobello Road (fuori dall’abitazione c’è ancora una targa commemorativa);
– Jimi Hendrix morì a Samarkand Hotel, 22 Lansdowne Crescent, il 18 settembre 1970;
– Portobello fa da sfondo al romanzo “La strega di Portobello” di Paulo Coelho (2007);
– “L’assassino di Notting Hill” è il soprannome di Selden, un personaggio de “Il mastino dei Baskerville” di Conan Doyle.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze

0 Condivisioni
 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti, media: 4,00 su 5)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.